Il Verdicchio premiato di Andrea Felici!

Schermata 2018-11-02 alle 18.33.58

L’Azienda Agricola Biologica Andrea Felici si trova nel cuore della area classica del Verdicchio, tra Cupramontana e Apiro. Una zona situata tra le montagne dell’Appennino marchigiano e il mare Adriatico. Le vigne possono godere di un clima fresco, molto ventilato, con forti escursioni termiche tra il giorno e la notte. Una situazione che permette di avere uve sane, con un corredo aromatico di grande intensità. La vicinanza del mare, contribuisce ad addolcire le temperature e a donare quelle note iodate salmastre, che spesso si ritrovano nei vini.

L’azienda è a conduzione biologica e punta a creare vini capaci di esaltare al meglio le caratteristiche del terroir di Apiro attraverso un meticoloso lavoro in vigna e in cantina, per preservare al meglio la biodiversità del territorio e  l’intero ecosistema all’interno dei vigneti.

Leopardo Felici ha affiancato il padre nell’azienda di famiglia, sotto la sua direzione la cantina è stata premiata in diverse occasioni per il loro Verdicchio, producono infatti due vini, un Cru e una Cuvèe: di grande qualità, vivaci e freschi, con caratteristiche di longevità, tipicità e grande personalità.

Il Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore Andrea Felici, un blend di vigne giovani e vigne più vecchie: un vino equilibrato con un corpo che lo rende un ottimo vino quotidiano.

Il Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Riserva Vigna Il Cantico della Figura, il cru dell’azienda. Prodotto da vigne vecchie 50 anni, è un vino corposo, secco e ricco di gusto, equilibrato, con una buona persistenza aromatica, impeccabile espressività del terroir d’Apiro.

felici

All’azienda è stata assegnata la “chiocciola“, per l’edizione 2019 della guida “Slow Wine”. Questo simbolo indica l’attenzione con cui la cantina interpreta i valori organolettici, territoriali e ambientali in sintonia con Slow Food. Implica l’assenza di diserbo chimico nei vigneti e la produzioni di vini con un buon rapporto qualità/prezzo, tenuto conto di quando e dove sono stati prodotti.

Al Castelli di Jesi Verdicchio Riserva Classico Vigna Il Cantico della Figura 2015 è  stato riconosciuto il titolo di Vino Slow.

“Ricevere un premio così importante in un’annata così calda è la prova che non esistono grandi annate, ma solo il grande impegno, fatto di cuore, mani e mente, che il viticultore mette a disposizione della sua passione e del suo lavoro. Racchiuse in questa bottiglia ci sono tante persone, che hanno speso energie, parole, sentimenti per far conoscere la straordinaria capacità di invecchiare di questo grande bianco italiano”, così Leopardo Felici racconta con orgoglio il premio ricevuto dalla Guida Slow Wine 2019 di Slow Food Italia.

 A questo grande vino sono stati assegnati anche i Tre Bicchieri Gambero Rosso, uno dei riconoscimenti più ambiti conferiti dalla celebre Guida ai Vini d’Italia; e i 5 Grappoli, la valutazione d’eccellenza assegnata dalla Guida Bibenda 2019; è stato anche inserito all’interno della Guida Essenziale ai vini d’Italia 2019 di Daniele Cernilli ricevendo il “Faccino” di DoctorWine con un punteggio di 95/100. 

Si è aggiudicato l’Award Rosso al Merano Wine Festival, che riconosce e premia le eccellenze dell’enogastronomia internazionale, con una particolare attenzione al potenziale di evoluzione del vino nel tempo.

Nel Gardini Wine Notes dedicato al Verdicchio, nel ranking riguardante la denominazione “Verdicchio Classico Superiore”, Luca Gardini ha assegnato 93 punti al Verdicchio dei Castelli di Jesi Doc Classico Superiore 2017 Andrea Felici, attribuendogli un potenziale d’invecchiamento di oltre 15 anni.  Un altro riconoscimento per questo vino, arriva da The Wine Merchant magazine che, con il bollino “The Wine Merchant Top 100“, certifica l’Andrea Felici Verdicchio dei Castelli di Jesi 2016 come vino altamente raccomandato.

Condividi l'articolo:

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Novità

Gli ultimi vini aggiunti