Alto Adige Lagrein Riserva Doc “Taber” – Cantina di Bolzano

23472952_1723313954409240_5994187684529598012_n

La Cantina di Bolzano è una delle realtà più importanti dell’Alto Adige. Nasce dal desiderio dei piccoli produttori altoatesini di unire le loro forze per valorizzare un territorio dalle straordinarie potenzialità e produrre vini di qualità con i vitigni tipici della regione. L’Alto Adige Lagrein Riserva Doc “Taber”, premiato anche quest’anno con i Tre Bicchieri dalla Guida dei Vini del Gambero Rosso è una delle punte di diamante della Cantina. Il vino nasce da una selezione delle migliori uve della tenuta ed è un rosso intenso, complesso, perfetto da gustare con carni rosse o selvaggina.

La Cantina di Bolzano nasce nel 2001, con l’intento di valorizzare il lavoro dei piccoli produttori, da sempre fedeli a una visione della viticoltura ispirata alle antiche tradizioni del territorio e in armonia con la natura incontaminata dell’Alto Adige. Fin dal principio, l’obiettivo comune è stato quello di produrre vini di alta qualità, che fossero in grado di esprimere il meglio del terroir.  Un‘attenzione particolare è stata riservata ai vitigni autoctoni e alle uve internazionali da secoli coltivate in Alto Adige: lagrein, schiava, gewürztraminer, moscato giallo, moscato rosa, sauvignon blanc, chardonnay, pinot noir, pinot bianco, merlot e cabernet sauvignon.
Grazie alla passione e al competente lavoro dei vigneron altoatesini, la Cantina di Bolzano riesce a realizzare vini di assoluta eccellenza, che si sono ormai affermati tra le espressioni più interessanti della regione. L’amore per la terra e la consapevolezza che un buon vino si fa soprattutto in vigna, porta i viticoltori a seguire con grande cura il lavoro in campagna, secondo le antiche conoscenze tramandate di generazione in generazione. Le uve sono portate sempre al miglior grado di maturazione, in modo da avere frutti ricchi e dal profilo aromatico intenso. I vigneti compongono un mosaico di piccoli appezzamenti situati in varie località dell’Alto Adige: Gries, Santa Maddalena, Renon, Appiano, Terlano e Valle Isarco. Tutte parcelle che rappresentano i migliori cru di ogni territorio. In questo modo ogni varietà di uva è coltivata nella zona più vocata per altitudine, esposizione e composizione dei terreni. Una ricchezza inestimabile, che consente di ottenere grandi vini, caratterizzati da un forte legame con la storia del territorio. Grazie a queste preziose risorse, la Cantina di Bolzano offre un’ampia gamma di vini rossi e bianchi, tutti d’eccellente livello.  Raggiungere questi risultati non è facile, richiede impegno, tempo e pazienza. Le uve maturano lentamente in vigneti dalle esposizioni soleggiate, fresche e sempre ventilate. Le notevoli escursioni termiche tra il giorno e la notte favoriscono lo sviluppo di un intenso corredo aromatico delle uve. Le vendemmie sono effettuate con cura artigianale, ogni vigna è seguita singolarmente e i grappoli sono raccolti al culmine della curva di maturazione. Con altrettanta cura si svolge il lavoro in cantina, in modo da ridurre al minimo l’intervento umano e portare sempre in primo piano una materia prima di altissima qualità. Il tempo e la pazienza, sono altre componenti essenziali per permettere ai vini di arrivare al loro culmine espressivo. Gli affinamenti, in acciaio o in legno a secondo delle varie tipologie, vengono portati avanti senza fretta, così come il successivo periodo di maturazione in bottiglia prima della commercializzazione.

lagrein-riserva-taber-2014Alto Adige Lagrein Riserva Doc “Taber” – Cantina di Bolzano
Il lagrein è un vitigno a bacca rossa autoctono dell’Alto Adige. In passato si è molto discusso sulle sue origini ma oggi, grazie  alle indagini sul DNA sappiamo qualcosa in più sulla sua natura. Il lagrein nasce da un incrocio spontaneo tra il teroldego e un altro vitigno a noi sconosciuto. Poiché anche il marzemino è figlio di un incrocio tra il teroldego e un’altra varietà a oggi non identificata, possiamo ben comprendere come i vitigni a bacca rossa altoatesini siano tutti geneticamente legati tra di loro. Se poi consideriamo che il teroldego è imparentato con l’antico vitigno dureza, e che il pinot noir è un avo di tutti e due, allora anche la presenza della famiglia dei pinot in Alto Adige non è poi così strana, ma anzi coerente con l’albero genealogico delle principali varietà del territorio.
Le uve utilizzate per produrre l’Alto Adige Lagrein Riserva Doc “Taber” provengono da un’accurata selezione delle migliori vigne della zona di Greis e Bolzano, coltivate a un’altitudine di circa 250 metri sul livello del mare. Le viti hanno un’età di circa 80 anni e sono allevate su terreni prevalentemente alluvionali, sciolti e molto drenanti, ricchi di sabbie e ciottoli. Le buone escursioni termiche regalano uve che arrivano a maturazione lentamente, ricche di profumi e aromi intensi. Dopo la vendemmia, si procede alla fermentazione in botti di legno. Il vino matura poi per un periodo di circa un anno in barriques di rovere francese. Il Lagrein Riserva Doc “Taber” ha un colore rosso granato scuro, piuttosto intenso. Al naso esprime un bouquet caratterizzato da aromi fruttati di ciliegia matura, frutti di bosco a bacca scura, sentori di sottobosco, spezie, vaniglia, nuances tostate e balsamiche. Al palato ha una buona struttura, con trama tannica evoluta, aromi intensi e chiusura piacevolmente fresca.

COMPRA ORA SU VINODALPRODUTTORE.IT!

Condividi l'articolo:

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Novità

Gli ultimi vini aggiunti