fbpx

Ca di Frara

Anno di fondazione

1905

Regione

Lombardia

Ettari coltivati a vite

Precedente
Successivo

Ca di Frara

http://www.cadifrara.com

L’azienda Ca’ di Frara si trova nella zona di Oliva Gessi nel cuore dell’Oltrepò Pavese. Il fondatore è Giovanni Bellani, bisnonno dell’attuale proprietario Luca, che nel 1905 acquistò nella frazione casa Ferrari, in dialetto locale Ca’ di Frara, alcuni ettari di terreno in una posizione che favoriva la coltivazione della vite. Unendo questi terreni agli altri nel comune di Oliva Gessi, si vennero a creare splendide colline caratterizzate da un clima mite in inverno e caldo e ventilato d’estate, che ha contribuito allo sviluppo di vini di qualità eccellente.

     

I vigneti di Ca’ di Frara: zona di coltivazione e varietà impiantate

 

I vigneti di Ca’ di Frara sono coltivati in modo naturale, cercando di ridurre al minimo i trattamenti in vigna. I vigneti di Ca’ di Frara hanno come obiettivo primario quello del rispetto del territorio attraverso una vendemmia manuale, una pigiatura soffice dell’uva e una fermentazione alcolica a temperatura controllata. Il terreno è collinare, caratterizzato da argilla, marna e gesso. Oltre alle varietà di vitigni a bacca rossa tipici dell’Oltrepò Pavese come Pinot Nero, Croatina e Barbera nell’azienda Ca’ di Frara sono presenti anche vitigni a bacca bianca che regalano ottimi risultati come Riesling Renano e Pinot Grigio. 

     

I vini di Ca’ di Frara

 

I vini di Ca’ di Frara vengono prodotti nelle zone di Oliva Gessi, Mornico Losana Pietra De’ Giorgi e, soprattutto i rosati, a Casteggio. La gamma di vini dell’azienda Ca’ di Frara è composta da: 5 spumanti tra cui Vero Zero, un Metodo Classico a base di Pinot Nero, 2 rosè a base di Pinot Nero vinificato in rosato, 7 bianchi da uva Riesling Renano e Pinot Grigio come La Casetta Bianca e Oliva Riesling e 5 rossi a base di Croatina e Barbera come La Casetta Rossa e Il Frater Riserva.

     

La cantina di Ca’ di Frara

 

La cantina di Ca’ di Frara, dati i più di 100 anni di attività, ha deciso di intraprendere un percorso per ridurre le emissioni di CO2 dalla cantina. Il progetto mirato alla sostenibilità a lungo termine si chiama “svolta green” è ha come primo punto l’utilizzo del “Bioterm”, che è il primo tappo al mondo ad emissioni zero. L’obiettivo per il futuro di Ca’ di Frara sarà quello di creare un package sostenibile con carta e cartoni, il recupero delle acque e l’autoproduzione dell’energia necessaria al funzionamento delle proprie cantine da fonti rinnovabili.